La disciplina regionale in materia di tirocini extracurriculari è regolata dalle Linee guida approvate con DGR 112 del 22.02.2018, così come aggiornate con provvedimento della Giunta regionale DGR 178 del 04.04.2022.  Documento aggiornato

Il tirocinio, è bene ricordare, non è un rapporto di lavoro; esso si configura come la possibilità per il tirocinante di favorire l’arricchimento di conoscenze, l’acquisizione di competenze professionali o il reinserimento lavorativo. Il provvedimento approvato dalla Giunta regionale è frutto di un lungo lavoro concordato in sede di Conferenza delle Regioni in modo da non generare profonde differenze di trattamento da regione a regione.

La disciplina vuole anche semplificare il percorso di attuazione e ribadisce che l’istituto di tirocinio è l’incontro di tre soggetti: il tirocinante, l’azienda ospitante e il soggetto promotore. Proprio il soggetto promotore dovrà garantire regolarità e qualità del tirocinio stesso con un incremento delle responsabilità in capo ad esso.

Le novità contenute nelle Linee guida, tra cui il superamento della suddivisione dei tirocini in tre tipologie. Ora i tirocini sono individuati in base ai soggetti destinatari: disoccupati, Neet, beneficiari di strumenti di sostegno al reddito, lavoratori a rischio disoccupazione e soggetti disabili o svantaggiati e con la durata massima fissata a 12 mesi. Fanno eccezione alla durata dei 12 mesi i tirocini di istruzione e formazione professionale, di istruzione secondaria di secondo grado, master e dottorato che hanno una durata massima in 6 mesi. Confermata a 24 mesi la durata massima per i tirocini a persone con disabilità. Una novità molto importante è l’allargamento della platea dei possibili tirocinanti, nel senso che possono fare un tirocinio non solo i disoccupati ma anche i lavoratori che siano in cerca di altra occupazione o quelli a rischio di disoccupazione. Una misura che si armonizza con i nuovi orientamenti a livello nazionale. Sul fronte dell’indennità viene confermato l’importo di 600 euro mensili. Rivisti anche i limiti numerici dei tirocini attivabili per le aziende: il quoziente del numero massimo di tirocinanti per ogni azienda verrà calcolato tenendo conto dei contratti a tempo indeterminato e a tempo determinato attivi al momento della richiesta. 

Con la delibera 178 del 04.04.2022 sono state manutenute alcune innovazioni regolamentari sperimetate durante il periodo dell'emergenza Covid al fine di garantire agli operatori del settore regole e indirizzi certi. 

Per venire incontro alle esigenze delle aziende e dei lavoratori connesse all'attivazione di un tirocinio extracurriculare, si è voluto creare una sezione "FAQ tirocini" in continuo aggiornamento

Dal 1° gennaio 2023 è stata aggiornata parte della modulistica al fine di renderla più funzionale e coerente con le nuove disposizioni adottate con la delibera 178/2022

Sempre a far data dal 1° gennaio 2023 si rammenta che la documentazione (convenzione e progetto formativo) va inviata esclusivamente agli indirizzi di posta elettronica certificata delle competenti sedi territoriali dell’Ispettorato del Lavoro.

Rimane invece la disposizione che stabilisce di astenersi dalla trasmissione - tramite posta elettronica certificata - della stessa documentazione (convenzione e progetto formativo) alla Regione e alle rappresentante sindacali.

Si confida nel rispetto scrupoloso delle indicazioni sopra riportate e dunque di non inviare alcune documentazione alla Regione fino a nuova disposizione

Modulistica e documentazione


 

Albo regionale dei soggetti promotori per tirocini extracurriculari

Approvazione prima costituzione Albo regionale aperto dei Soggetti Promotori autorizzati all’attivazione di tirocini extracurriculari nella Regione Abruzzo. Aggiornato al 30.12.2022

Determina dirigenziale DPG019/453 del 30.12.2022

Albo regionale soggetti promotori

Si precisa che l’Albo contiene i Soggetti promotori di tutte le varie tipologie di tirocini extracurriculari. Per l’attivazione dei suddetti tirocini, oltre all’iscrizione all’Albo, è pertanto necessario che il Soggetto promotore sia autorizzato, dalla disciplina regionale o nazionale di riferimento, alla promozione della specifica tipologia di tirocinio da avviare.

 

Giugno 2021

Istituzione Albo regionale aperto dei Soggetti Promotori autorizzati all’attivazione di tirocini extracurriculari nella Regione Abruzzo; approvazione “Avviso per manifestazione d’interesse  al fine dell’inserimento nell’Albo regionale aperto dei Soggetti Promotori autorizzati all’attivazione di tirocini extracurriculari nella Regione Abruzzo”; sospensione temporanea della trasmissione della copia della convenzione e del progetto formativo individualizzato (PFI), inerenti i tirocini extracurriculari di qualsiasi tipologia.

 

Determina direttoriale DPG/96 del 10.06.2021

 

Tutta la documentazione e allegati

 

________________________________________________________________________________________________

Tirocinio extracurriculare per stranieri