La guida operativa è strumento che si prefigge di descrivere e di facilitare le modalità di attivazione e gestione del contratto di apprendistato di primo e terzo livello (cd. apprendistato duale) da parte delle istituzioni scolastiche, formative e dei datori di lavoro che operano nella Regione Abruzzo.

La Regione Abruzzo, dapprima con DGR n. 867 del 20 dicembre 2016, e successivamente con DGR n. 782 del 16 ottobre 2018 (e relativo aggiornamento con DD n. 146/DPG010 del 17 dicembre 2018) ha – rispettivamente - recepito la normativa nazionale sull’apprendistato e normato i sistemi di IeFP e duale.

Al fine di favorire l’inserimento dei giovani nel mercato del lavoro e migliorare la qualità dei sistemi di istruzione e formazione professionale, la Regione sta puntando sullo sviluppo di programmi di apprendimento basati sul lavoro, inclusi i sistemi di apprendimento duale e di apprendistato che costituiscono un efficace strumento per promuovere l’occupazione giovanile, nella prospettiva della riduzione dei fenomeni di abbandono e dispersione scolastica.

In virtù della capacità formativa, propria di tale tipologia contrattuale, l’apprendistato duale/formativo è in grado di colmare il divario esistente tra le competenze possedute dai giovani in uscita dai percorsi d’istruzione e formazione e i fabbisogni espressi dalle imprese, accorciando così le distanze tra “sistema formativo” e “sistema del lavoro”.

L’apprendistato di I e III livello costituiscono le due tipologie contrattuali che, ai sensi degli artt. 43 e 45 del D. Lgs. n. 81/2015, consentono ai giovani di conseguire un titolo di studio.

In particolare, l’apprendistato di I livello è il contratto finalizzato al conseguimento dei seguenti titoli:

  1. Qualifica o diploma professionale IeFP;
  2. Diploma di istruzione secondaria superiore (Istituti tecnici, professionali, licei);
  3. Certificato di specializzazione tecnica superiore (IFTS).

Possono essere, inoltre, stipulati contratti di apprendistato di durata non superiore a due anni, per i giovani che frequentano il corso annuale integrativo che si conclude con l'esame di Stato, di cui all'articolo 6, comma 5, del DPR 15 marzo 2010, n. 87.

Possono essere assunti giovani tra i 15 anni e i 25 anni non compiuti (24 anni e 364 giorni).

L’apprendistato di III livello o di “alta formazione e ricerca” è finalizzato al conseguimento dei seguenti titoli:

1.            Diploma di istruzione tecnica superiore (Diploma ITS);

2.            Diploma accademico alta formazione artistica musicale e coreutica (AFAM);

3.            Laurea, laurea magistrale, laurea magistrale a ciclo unico;

4.            Master di I e II livello;

5.            Dottorato di ricerca;

6.            Specializzazione.

Possono essere, inoltre, stipulati contratti di apprendistato per svolgere attività di ricerca, legati a progetti di ricerca aziendali o per assolvere al periodo di praticantato per l’accesso alle professioni ordinistiche.

Possono essere assunti giovani tra i 18 anni e i 29 anni non compiuti (28 anni e 364 giorni).

Entrambe le due tipologie di apprendistato possono essere attivate dai datori di lavoro privati di tutti i settori economico-produttivi ai quali spettano vantaggi di diversa natura:

- sgravi contributivi e fiscali;

- sgravi retributivi;

- incentivi economici.

Guida operativa

Slide approfondimento della guida

Allegati